Miracolo di Natale, da 22 anni accanto alle persone bisognose

Presentata stamattina la 22esima edizione di Miracolo di Natale. L’iniziativa, che si sta diffondendo sempre di più nel territorio regionale (15 i comuni partecipanti quest’anno), si svolgerà il 19 dicembre dalle 9 alle 21, in contemporanea in tutte le realtà coinvolte.

A presentarla, l’ideatore Gennaro Longobardi, l’arcivescovo di Cagliari mons. Arrigo Miglio, il direttore della Caritas diocesana don Marco Lai. «Miracolo di Natale si conferma un momento di grande animazione e promozione del valore della solidarietà – ha detto il direttore Caritas – per rilanciare l’attenzione ai chi ha bisogno, primo passo per promuovere progettualità concrete che consentano la risalita delle persone in difficoltà». E proprio l’importanza di incrociare lo sguardo dei poveri nel momento in cui si dona, per coglierne appieno l’umanità, è stata ricordata dall’arcivescovo, richiamando il pensiero di Papa Francesco.

«L’iniziativa è resa possibile – ha detto Gennaro Longobardi – grazie all’unione meravigliosa di persone che contemporaneamente scelgono di aiutare il “popolo dei senza voce”, per dare ad esso speranza: il miracolo è far capire alle persone bisognose che non sono sole, che tanta gente si muove per aiutarle, a dimostrazione che il popolo sardo è unito e generoso».

Il “Miracolo” negli ultimi anni, ha visto picchi di 15 tonnellate di prodotti raccolti, come ha ricordato Antonello Atzeni, referente del Centro diocesano di assistenza di via Po. Destinatarie della raccolta le circa 1500 famiglie aiutate ogni anno proprio dal Centro, in tutto circa 6000 persone, per lo più famiglie sarde con bimbi piccoli. «Si tratta di un’iniziativa di grande importanza – aggiunge il referente – anche perché avviene, ogni anno, in un momento cruciale, in cui abbiamo finito, o stiamo per finire, le provviste dell’AGEA, consentendoci di continuare a distribuire i pacchi alle famiglie bisognose anche nei mesi di gennaio, febbraio e marzo, che altrimenti resterebbero scoperti»

Cosa donare? Si ha necessità soprattutto di generi alimentari a lunga conservazione come olio, passata di pomodoro, biscotti. Inoltre, prodotti per la prima infanzia: pappe, omogeneizzati, pannolini, indumenti per neonati, prodotti per l’igiene. L’appuntamento, a Cagliari, è mercoledì 19 dicembre dalle 9 alle 21, come tradizione, sulla scalinata della Basilica di N.S. Bonaria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share