SHOP ETICO – “TERRE RITROVATE”

È possibile al giorno d’oggi immaginare un cibo buono, sano e sostenibile allo stesso tempo?

Per rispondere basta dare uno sguardo ai prodotti acquistabili attraverso l’e-commerce etico http://www.terreritrovate.it, attivato dalla Caritas diocesana di Cagliari attraverso l’Impresa sociale Lavoro Insieme, impegnate in prima linea sui temi dell’economia circolare, del rispetto dell’ambiente e della salute.

Un percorso iniziato alcuni anni fa con la valorizzazione della filiera corta del grano duro nell’ambito del protocollo d’intesa tra la stessa Caritas e Agris Sardegna, grazie a un finanziamento regionale, poi proseguito con il progetto attivato nel Gerrei, in collaborazione con la Fondazione Carlo Enrico Giulini: quest’ultima iniziativa, attraverso la rivitalizzazione della filiera, mira al recupero di territori un tempo abbandonati, ora “ritrovati” e nutriti grazie all’impiego di un concime organico di origine biologica.

Il valore aggiunto della filiera etica si trova nella trasformazione del grano in prodotti finiti, dal pane alla pasta, che hanno una garanzia di qualità e salubrità, fino alla loro commercializzazione grazie all’e-commerce: quest’ultimo vede l’adesione di oltre 15 produttori a cui, grazie a una rete in continua espansione, se ne stanno aggiungendo altri, arricchendo la varietà di prodotti già acquistabili sul sito.

Sullo sfondo, l’azione di una Chiesa attenta alle periferie, capace di ritrovare non solo le “terre”, ma anche le “storie” di quei produttori locali, che ogni giorno, con passione e professionalità, scommettono sulla propria identità, terra e tradizioni.

Con un semplice gesto si potrà contribuire a contrastare l’abbandono di questi territori e delle loro comunità, avviando processi di sviluppo eco-sostenibile, capaci di tutelare la salute oltre che di nutrire la terra e la speranza.

Segui il racconto #leStorieRitrovate sui nostri social: