Covid-19, messaggio del direttore della Caritas diocesana ai volontari

Carissimi,

con gioia condivido con voi tutte quelle notizie che ci fanno essere positivi nell’azione di contrasto alla diffusione del Covid-19 e vi ringrazio per quello che avete potuto fare fino ad ora, e che potrete continuare a fare per non lasciare solo chi è più in difficoltà. Il vostro impegno e la vostra generosità hanno esaltato la dimensione cristiana del vostro agire ed hanno mostrato il senso vero di ciò che Giovanni Paolo II chiamava la “Fantasia della Carità” facendovi scoprire nuovi modi e nuove forme di servizio.

Ed è per non vanificare gli sforzi fatti fino ad ora che sento il bisogno richiamare, tutti, a continuare ad assumere comportamenti responsabili verso noi stessi e verso gli altri, consoni alle disposizioni normative in essere, adottando ancora alcune precauzioni essenziali che di seguito vi ricordo:

  • limitate le uscite di casa ai casi essenziali previsti dalla norma ed evitate in ogni modo assembramenti, code, soste nelle sale d’attesa ed ogni circostanza in cui più persone rimangano a contatto in spazi circoscritti;
  • evitate strette di mano, baci e abbracci e curate sempre l’igiene degli ambienti e delle superfici;
  • garantite le distanze di sicurezza di almeno un metro tra le persone, nel caso fossero due sarebbe anche meglio;
  • indossate sempre la mascherina e, dove possibile, fatela indossare ai fruitori dei nostri servizi;
  • igienizzate sempre, ad ogni ingresso nei servizi e durante il servizio stesso, le mani mediante soluzioni alcoliche o lavandole con acqua e sapone.

In considerazione del quadro normativo attuale e vista la necessità di tutelare la salute di ognuno di noi, chiediamo ancora, ai volontari immunodepressi o con particolari patologie, di non recarsi nei luoghi di servizio e ricordiamo che, nel caso qualcuno abbia sintomi influenzali o stati di malessere, è obbligatorio stare a casa e non presentarsi al servizio per non creare ulteriori disagi e contagi.

Da ultimo mi sento di consigliare, a tutti i volontari over 65, di valutare con attenzione il proprio stato di salute, anche attraverso un consulto col vostro medico di famiglia, prima di riprendere il servizio.

Vi ringrazio tutti per quanto fatto con la speranza che la responsabilità e il senso civico di ciascuno continui a farci percorrere la strada per uscire da questo periodo di crisi.

Un caro saluto

Il direttore della Caritas di Cagliari

don Marco Lai

Leggi il testo originale del messaggio

6 comunicato volontari Caritas 06-05-2020

Share