Conclusa l’esperienza del Servizio civile universale iniziata lo scorso 15 gennaio

Conclusa oggi l’esperienza del Servizio civile universale nella Caritas diocesana per gli undici giovani che nel corso dell’anno hanno svolto volontariato nella comunità per minori “Oasi San Vincenzo”, nell’ Oratorio Sant’Eulalia e nel Centro d’ascolto per stranieri Kepos. Ieri i ragazzi hanno partecipato all’incontro “Bilancio e rilancio del Servizio civile” alla presenza del direttore della Caritas diocesana don Marco Lai, della referente Michela Campus e degli animatori.

«Per loro è stata un’esperienza straordinaria – commenta il direttore – sia dal punto di vista formativo, con riferimento ai temi trattati, e sia dal punto di vista umano per il servizio offerto. Se da una parte essi hanno ricevuto tanto, allo stesso tempo noi abbiamo ricevuto tanto da loro: ci hanno stupito con la loro creatività, competenze, disponibilità, serietà, diligenza. Siamo certi di aver offerto loro un’opportunità formativa importante: una sorta di “laboratorio”, in cui poter apprendere l’alfabeto del volontariato, dell’impegno per il bene comune. L’auspicio è che questa esperienza sia stata davvero una scuola di vita, capace di prepararli all’impegno sociale, civile, politico, cristiano in vista del loro percorso futuro».

(A cura di Maria Chiara Cugusi – servizio comunicazione Caritas)

Share