LA DIOCESI DI CAGLIARI CELEBRA LA IV GIORNATA MONDIALE DEI POVERI

La Diocesi di Cagliari si prepara a celebrare la IV Giornata mondiale dei poveri, indetta da Papa Francesco per domenica 15 novembre 2020 dal titolo “Tendi la tua mano al povero” (cfr Sir 7,32).

In occasione di questa Giornata, venerdì 13 novembre 2020 alle ore 10.30, sarà inaugurato il nuovo Ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana sito in Villa Asquer a Cagliari (viale Ciusa 91). La struttura, intitolata a Nabeel Khair medico venuto a mancare lo scorso aprile a causa del Covid-19 e a tutte le vittime della pandemia, si presenta come segno tangibile dell’attenzione della Chiesa diocesana verso le persone più bisognose. Il nuovo servizio si pone in continuità con l’impegno già portato avanti da anni dalla Caritas diocesana sul versante sanitario attraverso lo Studio medico polispecialistico di viale Sant’Ignazio che ora sarà sostituito dal nuovo Ambulatorio.

Quest’ultimo, la cui inaugurazione appare ancora più significativa nell’attuale contesto di pandemia da Covid-19, realizzato grazie al sostegno della Diocesi, sarà rivolto a tutti gli indigenti del territorio e vedrà l’impegno di medici e infermieri volontari, in modo complementare rispetto al servizio sanitario pubblico e in rete con alcuni studi medici polispecialistici privati.

Saranno presenti all’inaugurazione l’arcivescovo di Cagliari mons. Giuseppe Baturi, rappresentanti della Regione Sardegna, del Comune di Cagliari e delle altre istituzioni, il direttore della Caritas diocesana don Marco Lai, il direttore sanitario dell’Ambulatorio dott. Giuseppe Frau e i familiari del medico.

Inoltre, sempre il 13 novembre alle ore 19 nella parrocchia Sant’Elena (piazza Sant’Elena 1, Quartu S.Elena), si svolgerà la Veglia di preghiera diocesana, presieduta dall’arcivescovo mons. Giuseppe. Baturi, organizzata dalla Caritas diocesana e dalla Consulta diocesana delle associazioni di Volontariato.

«Come sempre la Giornata non è occasione di colletta ma di riflessione – ricorda il direttore della Caritas diocesana don Marco Lai -: oltre alla Veglia diocesana, ci sarà un momento di animazione nelle parrocchie attraverso gli operatori e i volontari della carità, delle Caritas, dei gruppi caritativi, delle associazioni di volontariato della Consulta diocesana che promuove e sostiene questa Giornata, in modo che in questa 33esima domenica del tempo ordinario tutta la comunità possa fare un percorso di conversione verso l’uomo, il povero, recuperando questa centralità. Inoltre chiediamo a tutte le comunità parrocchiali, religiose e cristiane di usare il materiale inviato: locandina, preghiera dei fedeli e libretto della Veglia che può essere ripetuta in ogni contesto».

(A cura di Maria Chiara Cugusi – servizio comunicazione Caritas)

 

 

 

 

 

Share